Box doccia: quando la funzionalità incontra il design

bathroom 2132342 1920 1000x300 - Box doccia: quando la funzionalità incontra il design

Le recenti innovazioni nel settore dei sanitari presentano nuovi box doccia che sposano la comodità con lo stile trasformandosi quindi in un oggetto dal design unico ed elegante ideali per stanze da bagno di tutte le dimensioni. La grande versatilità che caratterizza il mercato dei vani doccia consente di scegliere box doccia funzionali a qualsiasi esigenza e personalizzabili per tutti i gusti.
Il box doccia, realizzato con pannelli fissi e ante d’apertura, rappresenta la soluzione più rapida, semplice e completa al problema della creazione di uno spazio doccia. Acquistare un box doccia oggigiorno non è così semplice perché numerosi fattori entrano in gioco: la molteplicità dei modelli esistenti permette tuttavia di accontentare ogni tipo di richiesta ma quali sono i fattori principali da tenere in considerazione prima di procedere all’acquisto?

Scopriamoli insieme:

  1. Forma

La forma è il fattore principale perché determina la soluzione del box più adatto al proprio piatto doccia sul quale verrà installato. La varietà di forme offrono diverse tipologie di box doccia caratterizzate da:

  • ANGOLARI QUADRATI
  • ANGOLARI RETTANGOLARI
  • ANGOLARI SEMICIRCOLARI
  • ANGOLARI SEMICIRCOLARI ASIMMETRICI
  • CIRCOLARI
  1. Materiale

Il materiale che riveste i pannelli dei box doccia può essere essenzialmente in acrilico o in cristallo (quest’ultimo comprende una pluralità di versioni: cristallo stampato, cristallo serigrafato, cristallo trasparente, cristallo piumato). In particolare, il rivestimento in cristallo, grazie ad un processo termico che induce particolari tensioni nella struttura del vetro, conferisce una maggiore sicurezza e resistenza.

  1. Apertura

Le ante dei box doccia si classificano in base a due tipi di apertura:

  • APERTURA SCORREVOLE, la quale presenta uno scorrimento laterale che è vantaggioso poiché non richiede spazio ulteriore verso l’esterno del vano doccia, quindi si presenta come una soluzione ideale per chi desidera un box doccia non ingombrante;
  • APERTURA A BATTENTE, la quale presenta un’apertura con cerniere verso l’interno oppure l’esterno, una soluzione meno comoda della precedente in quanto va valutata la presenza di eventuali sanitari (wc, bidet, lavabo) nelle vicinanze del vano doccia.
  1. Entrata

In base al tipo d’entrata, è possibile catalogare i box doccia in:

  • BOX DOCCIA SCORREVOLI
  • BOX DOCCIA A BATTENTE
  • BOX DOCCIA ANGOLARI
  • BOX DOCCIA A PORTE FRONTALI
  • BOX DOCCIA A SOFFIETTO
  • BOX DOCCIA A TENDA
  1. Chiusura

I box doccia presentano chiusure volte principalmente a soddisfare il bisogno principale di lavarsi senza correre il rischio di ritrovarsi schizzi d’acqua nell’ambiente circostante.

A tale scopo, le tipologie dei pannelli adottati sono:

  • PANNELLI PER DOCCIA (specifici per cabine multifunzione e/o box doccia)
  • PANNELLI PER VASCA (specifici per pareti vasca)
  • BASTONI E TENDE (specifici per vasca e/o box doccia)

Per ciò che concerne la pulizia generale del vano doccia, di seguito alcune indicazioni che posso rivelarsi utili ed indispensabili per un corretto mantenimento del prodotto:

  • si consiglia di pulire i pannelli con normali detergenti riservati all’uso domestico risciacquando abbondantemente;
  • per la rimozione del calcare, si raccomanda l’utilizzo di prodotti a base acida naturali, come il limone o l’aceto, evitando l’utilizzo di prodotti eccessivamente aggressivi quali l’acetone o altri abrasivi.
  • va infine ricordato che, il trattamento anticalcare riduce, ma non elimina, la porosità naturale del cristallo perciò si consiglia di asciugare con un panno asciutto eventuali presenze di gocce d’acqua sulle pareti del box doccia una volta terminato l’utilizzo.
Box doccia: quando la funzionalità incontra il design