Edilizia prefabbricata: le caratteristiche e i vantaggi rispetto all’edilizia tradizionale

Si parla con insistenza di edilizia prefabbricata, ovvero di case già costruite in blocchi che vengono trasportate e assemblate nel posto o zona desiderato. Questo tipo di soluzione viene utilizzata come alternativa primaria alle abitazioni tradizionali. Il motivo? E’ meno costosa e decisamente più conveniente per consumi energetici. Parliamo quindi di una soluzione innovativa che ha preso spazio nel nostro Paese, così da mettere d’accordo un sempre maggior numero di persone. Le aziende che lavorano nel settore permettono di ottenere spazi modulari in brevi tempi, come uffici per la direzione dei cantieri, sanitari portatili, noleggio container, cabine di sorveglianza e molto altro ancora.

Le caratteristiche dell’edilizia prefabbricata

Il materiale più usato per realizzare queste costruzioni è il legno, seguito dal cemento e dalla muratura. Per questo è bene valutare quali sono i vantaggi delle case prefabbricate, soprattutto mettendoli in relazione ai diversi materiali.
Le case in legno sono spesso preferite perché parliamo di un materiale ecosostenibile, facile da smaltire e perfetto per creare isolamento termico e acustico. E’ una scelta leggera, ma anche molto resistente davanti alle calamità naturali, come i terremoti, poiché sanno resistere alle scosse del sesto e settimo grado della Scala Mercalli. I principali problemi delle case in legno sono le possibili infiltrazioni di acqua, che accade solo se non si seguono le corrette precauzioni in fase di installazione.

Prefabbricati in cemento e muratura

Le case prefabbricate in cemento sono un’ottima soluzione per sicurezza dell’abitazione, a livello energetico garantiscono un risparmio sulla bolletta si può ridurre il livello di umidità. Al tempo stesso però, la casa può essere soggetta al freddo, poiché tende a non trattenere il calore.
Infine, i modelli in muratura sono quelli meno diffusi, ma con importanti qualità. Hanno, infatti, un buon isolamento termico e acustico, una valida solidità strutturale e buon livello di personalizzazione.

Le differenze tra edilizia prefabbricata e tradizionale

Tutti i casi presentati fino ad ora, ci permettono di definire le case prefabbricate come un prodotto di ottima durata nel tempo, poiché sono realizzate con tecniche di costruzione più avanzate. Hanno importanti benefici nel rispetto dell’ambiente e del risparmio energetico, sono prive di sostanze nocive e sfruttano materiali ecosostenibili. La più grande differenza tra edilizia tradizionale e prefabbricata è legata alle tempistiche.
Come sappiamo, infatti, se si parla di un lavoro in cantiere per l’installazione di prefabbricati, l’attesa e la realizzazione richiederà un lavoro stimato di poche settimane. Nel caso invece edifici in muratura, serviranno molti mesi.

Edilizia prefabbricata: le caratteristiche e i vantaggi rispetto all’edilizia tradizionale